Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

SCIMMIEA tavola con le Scimmie. L’importanza di una sana alimentazione, corrispondente alle personali esigenze fisiologiche, fa oggi parte del sapere comune. La preparazione e la consumazione dei pasti non ha solo un valore nutrizionale, anche psicologico e sociale. Seduti intorno a un tavolo, si instaurano relazioni, rafforzano rapporti in famiglia e con amici e ci si confronta a tutte le età.

E’ un’ esclusiva della specie umana o avviene anche nel resto del mondo animale? Come si comportano, in particolare, a tavola le specie a noi più vicine, i “Primati non umani”?

Tante domande e curiosità verranno svelate nel prossimo incontro della rassegna “Happy Hours 2014–2015”, dal titolo “A tavola con le scimmie?”, giovedì 26 marzo, ore 18.00, al Museo Civico si Zoologia.

scimmie2
 
Elisabetta Visalberghi e Elsa Addessi, etologhe che da moltissimi anni studiano i primati, illustreranno come le scelte alimentari sono determinate da una moltitudine di fenomeni psicologici e fisiologici che interagiscono in maniera complessa e come l’alimentazione sia frutto di comportamenti radicati nella biologia da migliaia di anni.
Gli studi sul comportamento delle scimmie, le specie animali evolutivamente più vicine all'uomo, permettono di individuare le basi biologiche del comportamento alimentare umano.
In particolare, una simpatica scimmia delle foreste tropicali del Sud America, il Cebo dai cornetti, è un modello animale estremamente adatto allo studio del comportamento alimentare umano poiché la sua biologia e il suo comportamento alimentare presentano numerose caratteristiche in comune con la nostra specie. Dalle ultime osservazioni in Brasile, per esempio, Visalberghi ha identificato una popolazione di cebi che usa strumenti - incudini e percussori - per rompere noci dal guscio molto duro e, in un recentissimo esperimento condotto in natura, ha dimostrato che queste scimmie sono capaci di selezionare il percussore del materiale, dimensioni e peso che lo rendono funzionale.

scimmie1

I risultati delle ricerche sui primati non umani evidenziano come il comportamento alimentare umano non sia più adattativo nell'odierna società del benessere e possono contribuire a spiegare fenomeni quali l'obesità.


La rassegna ‘Happy Hours’ 2014–2015, con 11 incontri condotti da illustri relatori e curati da Gloria Svampa, zoologa del Museo Civico di Zoologia, sono promossi da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura e al Turismo-Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura.
Tutti gli appuntamenti si svolgeranno presso la Sala degli Scheletri del Museo, ad ingresso gratuito su prenotazione, alle ore 18.00


PROGRAMMA
APRILE 2015
9 aprile, ore 18.00
Il vantaggio di sapersi adattare Fulvio Fraticelli (Fondazione Bioparco di Roma)

23 aprile, ore 18.00
Bushmeat. Effetti  ecologici, sanitari ed etici del commercio illegale di carni selvatiche  
Gloria Svampa (Museo Civico di Zoologia di Roma)

MAGGIO 2014
7 maggio, ore 18.00
Sulle ali del cambiamento Alberto Zilli  (Natural History Museum of London, UK)

21 maggio, ore 18.00
Un Pianeta per tutti  Gianfranco Bologna (WWF Italia)


HAPPY HOURS - 2014-2015
Museo Civico di Zoologia
Sala degli Scheletri, Via Ulisse Aldrovandi, 18 – Roma
Ingresso gratuito su prenotazione
Programma suscettibile a variazioni