Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

Roma, una mostra fotografica ricorda Falcone e Borsellino

A vent'anni dagli attentati di Capaci e via D’Amelio (23 maggio - 19 luglio 1992) in cui persero la vita Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, il giudice Paolo Borsellino con gli agenti delle rispettive scorte, oggi il Presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, presenta a Palazzo Incontro la mostra fotografica “Il silenzio è mafia. Falcone e Borsellino vent’anni dopo”, a cura di Franca De Bartolomeis e Alessandra Mauro per Contrasto.

Zingaretti illustra anche il programma “Il tempo della lotta alla mafia. ‘Lezioni civili’ in ricordo di Falcone e Borsellino” e di tutte le vittime della mafia, gli appuntamenti di discussione e approfondimento che l’Amministrazione provinciale promuove settimanalmente, dal 21 maggio al 19 luglio, a Palazzo Incontro.

Per il pubblico, l’inaugurazione della mostra è invece questa sera alle ore 18:30 sempre a Palazzo Incontro. In quest’occasione saranno letti brani dal “Diario di Rita Atria” con Monica Guerritore. All’inaugurazione interverranno il Presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, e il fondatore dell’associazione Libera-Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, don Luigi Ciotti.