Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

sciopero mezzi pubbliciSi prospetta un’altra giornata di caos per le strade italiane, questa volta a causa dello sciopero dei mezzi di trasporto pubblici. Domani, mercoledì 19 marzo è stato indetto un nuovo sciopero nazionale, che bloccherà alcune tra le principali città italiane, tra cui anche la capitale.è stato organizzato dalle maggiori e più importanti sigle sindacali quali Filt, Fit, Ultratrasporti, Ugl, Fna, Faisa-Sisal a sostegno delle contrattazioni relative agli incontri per il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro, scaduto da oltre sei anni e da allora mai rinnovato a causa del disaccordo tra sindacati e associazioni datoriali.

 

Nel rispetto delle fasce di garanzia lo sciopero di 24 ore si terrà principali città italiane secondo le seguenti modalità:
Milano dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio;
Roma dalle 8.30 alle 17.30 e dalle 20 a fine servizio;
Torino dalle 9 alle 12 e dalle 15 a fine servizio;
Genova dalle 9 alle 17.30 e dalle 20.30 a fine servizio;
Venezia dalle 9 alle 16.30 e dalle 19.30 a fine servizio;
Bologna dalle 8.30 alle 16.30 e dalle 19.30 a fine servizio;
Firenze dalle 9.15 alle 11.45 e dalle 15.15 al termine del servizio;
Perugia dalle 9 alle 12 e dalle 15 a fine servizio;
Ancona dalle 8.30 alle 17.30 e dalle 20.30 a fine servizio;
Napoli dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio;
Bari dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.30 a fine servizio;
Cagliari dalle 8.45 alle 12 e dalle 15 a fine servizio;
Palermo dalle 8.30 alle 17.30.