Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

sicurezza firenze stazione smn5Da qualche tempo nelle stazioni italiane e tra queste Firenze Santa Maria Novella, Roma Termini, Napoli e Salerno, la pressione sociale della crisi economica si riversa sulla tranquillità di viaggiatori e dipendenti delle imprese ferroviarie. La situazione, come emerso anche dai media, è diventata allarmante:  le aziende sono costrette ad affidarsi alla sicurezza privata e nonostante questo, tutti i giorni i viaggiatori e i dipendenti delle stesse imprese, vengono disturbati, derubati e minacciati da decine e decine di malintenzionati che agiscono nella più assoluta  impunità, davanti a forze dell’ordine che non hanno i numeri e gli strumenti necessari per garantire la tranquillità delle normali attività, anche economiche, delle stazioni.

A Firenze nella stazione di Santa Maria Novella da pochi giorni è attivo un piano sicurezza a tutela dei viaggiatori. Nella città toscana, il piano prevede la messa in posa di transenne nelle aree più critiche, presidiate da personale ad hoc in modo da impedire l’accesso a facchini abusivi e malintenzionati.
L’immagine che offriamo alle migliaia di turisti, che scelgono la nuova ed efficiente Alta Velocità per muoversi tra le nostre città d’arte, è una brutta cartolina del nostro Paese. Ntv chiede pertanto alle istituzioni di aumentare l’impegno e assumere quelle iniziative necessarie a garantire il normale sviluppo del turismo e della mobilità generale, estendendo iniziative positive come quelle sperimentate a Firenze alle altre stazioni d’Italia.