Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

EBOLA asky1Il virus Ebola in Africa ha fatto in totale 1323 casi con 726 morti dall’inizio dell’epidemia lo scorso dicembre, di cui 57 solo negli ultimi 4 giorni. Lo afferma l’Oms in un comunicato che certifica anche il primo caso in Nigeria, che diventa così il quarto paese colpito dalla malattia dopo Sierra Leone, Guinea e Liberia. Intanto, la Liberia ha deciso la chiusura di tutte le scuole “senza eccezioni” per limitare i rischi di contagio del virus, che nel Paese ha già colpito 249 persone uccidendone 129. Lo ha comunicato la presidente Ellen Sirleaf Johnson. “Anche i mercati nelle zone di frontiera” con la Sierra Leone, la Guinea e la Costa d’Avorio resteranno chiusi, ha annunciato Ellen Sirleaf Johnson. “Ebola è reale, Ebola è contagiosa, Ebola uccide”, ha scandito la presidente.

Ebola comincia a fare paura anche a migliaia di chilometri di distanza. Il timore è che qualche viaggiatore infettato sfugga ai controlli e salga su un aereo diretto in Europa o Stati Uniti. Inoltre ormai «il virus avanza con una velocità che non controlliamo», secondo il direttore generale dell'Oms, Margaret Chan. Nelle ultime settimane nei Paesi africani sono state messe in atto misure di controllo alle frontiere e negli aeroporti, le scuole sono state chiuse e sono arrivati medici dall'estero. Ma ci sono ancora pazienti che sfuggono ai sanitari e si rivolgono a guaritori sperando di sfuggire al virus. Intanto Europa e Oms hanno annunciato importanti investimenti per contrastare l'epidemia

British Airways sospende i voli verso Liberia e Sierra Leone
La compagnia inglese British Airways ha comunicato che i voli per la Liberia e la Sierra Leone sono sospesi fino al 31 agosto a causa delle condizioni di salute pubblica precarie nei due paesi. Purtroppo l’epidemia di Ebola continua a espandersi e precauzioni di questo tipo aiutano a conservare un margine di sicurezza.

Ebola
La Asky, venti destinazioni in Africa, ha cancellato i voli verso le città più a rischio
Quello dell'epidemia di Ebola (malattia purtroppo mortale nel 90% dei casi) è un problema che potrebbe colpire profondamente nei prossimi mesi l'aviazione civile.Quelli che vi raccontiamo ora sono modesti segnali, ma il rischio all'orizzonte obiettivamente c'è. Alcuni Paesi, fra cui l'Inghilterra, hanno introdotti controlli sanitari negli aeroporti  sui passeggeri provenienti dall'Africa centrale.  E i ntanto la   compagnia aerea africana Asky ha sospeso i suoi voli da e per Monrovia e Freetown, capitali di Liberia e Sierra Leone, «a causa della crescente preoccupazione per il diffondersi del virus Ebola», comunica in una nota ufficiale. «Asky - si spiega - ha adottato le seguenti misure per massimizzare la sicurezza dei suoi passeggeri: sono sospesi temporaneamente tutti i voli da e per Freetown e Monrovia; è interrotta la fornitura di cibo da Conakry (Guinea); i passeggeri in partenza da Conakry saranno visitati prima della partenza per controllare l'eventuale presenza di segni del virus; infine, la compagnia sta lavorando a stretto contatto con il Togo per garantire una costante informazione dei passeggeri presso l'aeroporto di Lomé, la capitale. Sempre a Lomé, team di medici controlleranno tutti i passeggeri in transito, e lo stesso è previsto per tutte le destinazioni Asky». (Fonti:  Adnkronos e altri media)

 
 Emirates cancelli i voli per la Guinea
Voli cancellati La compagnia aerea Emirates ha sospeso a partire da oggi i voli per la Guinea a causa dell'epidemia di virus Ebola in Africa. «Ci scusiamo con i nostri clienti per il disagio, ma la sicurezza dei nostri passeggeri e del nostro equipaggio è la priorità», si legge in un comunicato di Emirates. Nella nota, pubblicata sul sito web della compagnia aerea di Dubai, non si precisa quando riprenderanno i voli per Conakry.