Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

tunisiaIl messaggio rassicurante agli operatori del settore di Selma Elloumi Rekik, nuovo Ministro del Turismo della Tunisia. "La Tunisia è un Paese sicuro, moderno e rivolto al futuro. La situazione politica nel Paese è salda, e per i prossimi 5 anni il nuovo governo lavorerà per mantenere la stabilità e la sicurezza del Paese". E’ questo il messaggio di fiducia e positività lanciato dal nuovo Ministro del Turismo, Selma Elloumi Rekik, per la prima volta in Italia in occasione di BIT.


 Il Ministro ha scelto l’Italia per il suo primo viaggio ufficiale dopo la recente elezione per rafforzare ulteriormente i rapporti che uniscono i due Paesi.

 

"Un prezioso legame culturale ma non solo. Dal punto di vista economico, commerciale e turistico Italia e Tunisia sono sempre state profondamente unite" – afferma Selma Elloumi Rekik. "Il nostro obiettivo è quello di essere sempre al fianco degli operatori italiani che promuovono il nostro Paese e contribuiscono a rendere la Tunisia una delle destinazioni più amate dal mercato italiano. Per supportarli, ci focalizzeremo sul mantenimento della nostra offerta turistica, già molto apprezzata dai visitatori italiani, e sulla promozione di nuovi prodotti; desideriamo infatti ampliare il ventaglio di proposte turistiche puntando su temi di tendenza come ad esempio l’ecoturismo, e stiamo inoltre lavorando per implementare il già ricco sistema di collegamenti aerei che uniscono la Tunisia alle principali città italiane. Guardiamo al futuro della Tunisia con estrema fiducia e positività, e siamo certi che con questi presupposti anche il numero di visitatori italiani continuerà a crescere. Invitiamo chi non è mai stato in Tunisia, e anche chi ha già avuto l’occasione di vederla con i propri occhi, ad attraversare il Mediterraneo e intraprendere un viaggio alla scoperta della ricchezza e della bellezza del nostro Paese".