Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

lufthansaLufthansa piglia tutto. Il colosso tedesco dei cieli non si accontenta del segmento premium e del low cost sullo scacchiere europeo, già presidiato con Germanwings. Il gruppo alza la posta e lancia con Eurowings l’attacco low fare a lungo raggio. E non si potrebbe che definirlo così: il pricing per volare a Dubai, ai Carabi o in Thailandia dalla Germania è decisamente aggressivo, visto che la tariffa lancio non arriva ai 100 euro. Un prezzo da fare invidia a Ryanair, che sinora si è limitata a fare grandi annunci, in attesa di nuovi aeromobili in flotta per poter fare il grande passo.

Il mercato di riferimento di Eurowings è il leisure individuale che cerca "buone tariffe e buona qualità, secondo il modello Germanwings" ha specificato ieri dal palco dell’Itb di Berlino il ceo di Lufthansa, Karl Ulrich Garnadt (nella foto).

Tre le categorie di pricing previste: basic, smart e best, con tre livelli tariffari pensati per attirare un pubblico ampio e servizi aggiuntivi man mano che si sale di livello. I biglietti saranno disponibili anche in agenzia, ma solo per i due livelli tariffari superiori e non la basic.

Il grosso delle vendite, un 75 per cento, sarà però affidato all'online. Per ora i voli sono prenotabili sul sito Germanwings, che da ottobre diventerà Eurowings.com ma qualche rotta verrà inserita anche sui gds.

I nuovi collegamenti long haul di Eurowings utilizzeranno Airbus A330-200. SunExpress Deutschland, la jv tra Lh e Turkish, opererà le rotte a lunga gittata a nome di Eurowings, con equipaggio proprio.

Sul corto e medio raggio, invece la flotta Eurowings esistente sarà gradualmente sostituita da aeromobili con la nuova livrea.

I voli in economy class saranno infatti acquistabili dall'estate con tre diverse opzioni: light, classic e flex. Il primo non prevede l'imbarco di bagagli né la possibilità di cambiare il volo, mentre le altre due classi di volo prevedono servizi progressivamente più elevati. Accanto alle tre classi economy resterà comunque presente anche la business class e tutte saranno prenotabili sia nelle agenzie di viaggi sia dal consumatore finale.

Nel corso della conferenza stampa che si è tenuta durante l'Itb di Berlino Lh ha anche annunciato per il prossimo autunno 8 nuove destinazioni leisure. Tre sono europee, Fuerteventura, Las Palmas e Tenerife e 5 invece sono mete long haul. Per il lungo raggio il vettore inserirà 15 voli la settimana per Tampa, Cancun, Panama, Male and Mauritius.