Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

LufthansalogoBenchè tutte le compagnie aeree abbiano un loro sito web dove e' possibile acquistare on-line un volo spesso, o quasi sempre per meglio dire, i prezzi del sito ufficiale risultano più alti di quelli proposti da altri canali di acquisto. La compagnia aerea tedesca Lufthansa ha deciso di rivoluzionare questa situazione e da oggi i voli acquistati su Lufthansa.it saranno venduti alle tariffe più basse del mercato.

 La compagnia aerea mira ad accentrare tutto nel proprio business, compresa la vendita dei biglietti, che sino ad ora era passata per varie agenzie ed intermediari (i cosiddetti GDS), ma soprattutto era stata letteralmente accentrata dal leader europeo Amadeus IT, che ha già subito il contraccolpo della decisione presa dal gruppo tedesco nel giugno scorso. Da domani saranno rincarati di 16 euro i biglietti non venduti online direttamente dalla compagnia, a causa di una nuovo onere denominato DCC, una sorta di compenso per i diritti di distribuzione della biglietteria aerea. La nuova tassa si applicherà a tutte le compagnie affiliate al gruppo. Una decisione che potrebbe sembrare inappropriata data la concorrenza delle compagnie low-cost, ma che risponde ad una precisa strategia di lungo periodo. Secondo Lufthansa si tratta di una strategia "win-win", poiché - sottolinea - i consumatori pagano ora prezzi di listino più salati rispetto alla prenotazione diretta. Le agenzie - aggiunge la compagnia - avranno sempre la possibilità di prenotare i biglietti dei pacchetti viaggio sul sito ufficiale, senza costi aggiuntivi per il cliente e senza passare per altri intermediari.