Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

Sito Ryanair acquisto on line biglietti aereiRyanair avverte i passeggeri di prenotare direttamente su Ryanair.com e non attraverso agenzie di viaggi online (o siti non autorizzati), a seguito di persistenti reclami da parte dei passeggeri che hanno avuto problemi prenotando con siti web non autorizzati. Alcuni di questi siti, si legge in una nota della compagnia aerea low cost irlandese, stanno addebitando costi di amministrazione e di gestione nascosti senza fornire nemmeno i servizi di base, come la conferma di disposizioni di assistenza speciale, informazioni ai passeggeri sui cambiamenti di volo o informazioni sui Termini e le Condizioni di viaggio Ryanair.

In alcuni casi questi passeggeri non hanno ricevuto l’e-mail di istruzioni da Ryanair per il check-in online (in quanto gli indirizzi e-mail dei clienti non sono stati trasmessi da alcuni siti non autorizzati) e hanno dovuto pagare la tassa di ri-emissione della carta d'imbarco di €60 a causa di questo inesistente o inadeguato servizio fornito da tali intermediari ad alto costo e basso-servizio. Alcune di queste agenzie di viaggio online hanno:
 
1. Venduto voli Ryanair con commissioni nascoste come parte di pacchetti;

2. Mancato nel fornire ai consumatori un’informazione adeguata sul prezzo del volo;

3. Mancato nel comunicare ai passeggeri i Termini e le Condizioni di Viaggio Ryanair al momento della prenotazione;

4. Mancato nel fornire a Ryanair i dettagli di contatto, impedendole di comunicare direttamente con i passeggeri in caso di variazioni di orario/interruzioni di volo.

5. Mancato nel notificare a Ryanair richieste speciali (es. assistenza con sedia a rotelle)
 
Ryanair ha ricevuto chiamate da oltre 300 passeggeri negli ultimi mesi che hanno avuto problemi dopo la prenotazione con il sito non autorizzato  “On The Beach”, contro il quale Ryanair ha avviato un'azione legale per violazione dei Termini di Utilizzo e dei diritti di proprietà intellettuale del sito Ryanair.com. Ryanair sta cercando di vietare ad On The Beach la vendita non autorizzata di voli Ryanair a prezzi gonfiati per i consumatori.
 
Nell'interesse dei consumatori e della trasparenza dei prezzi, Ryanair permette e incoraggia i siti web dedicati al “solo confronto del prezzo " ad accedere al suo programma di volo e alle informazioni sui prezzi, dietro una donazione annuale in beneficenza di soli €100.
 
“Agenzie di viaggio on-line o siti web non autorizzati - ha stigmatizzato Stephen McNamara di Ryanair - continuano a causare problemi ai passeggeri con il loro inesistente o inadeguato servizio post-vendita. Molti di questi siti non forniscono a Ryanair e ai passeggeri, informazioni vitali in merito a cambiamenti di volo, check-in online, assistenza speciale e dettagli di contatto.
Questo ha generato problemi quali voli persi e numerosi inconvenienti per i loro clienti disinformati. Il nostro messaggio ai passeggeri è semplice - conclude McNamara: prenotate direttamente sul sito www.ryanair.com per le tariffe più basse garantite e il miglior servizio clienti".