Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

multainfrazioni-multipleDal prossimo 7 Novembre 2013 automobilisti e motociclisti della Unione Europea potranno ricevere multe per infrazioni compiute durante i viaggi nella UE.
L'Unione Europea ha, al momento, precisato 8 tipi di infrazioni, scopriamo quali .
Eccesso di velocità, mancato uso della cintura di sicurezza o del casco, mancato arresto davanti a un semaforo rosso, guida in stato di ebbrezza o sotto l'influsso di sostanze stupefacenti, circolazione su una corsia vietata e uso indebito del cellulare o di altri dispositivi di comunicazione durante la guida.

I conducenti che commettono infrazioni al Codice della Strada in uno Stato membro diverso da quello di immatricolazione del loro veicolo infatti spesso non vengono sanzionati, in quanto gli Stati non sono in grado di identificare e dunque perseguire i responsabili dopo che questi sono tornati nel loro paese. Con l'accordo raggiunto fra i Ministri dell'UE si porrà rimedio a quella che sembra un'anomalia grave, frutto della mancanza di una adeguata rete di scambio di informazioni fra gli Stati.

multe
In pratica, le nuove norme permetteranno di istituire una rete elettronica per lo scambio dei dati necessari tra lo Stato nel quale è stata commessa l'infrazione e quello dove il veicolo è stato immatricolato. Una volta a conoscenza del nome e dell'indirizzo del proprietario del veicolo, gli verrà inviata una notifica di infrazione, il cui modello è stabilito dalla proposta di direttiva.
Spetterà poi allo Stato membro dove è stata commessa l'infrazione decidere quale seguito darvi. La direttiva però non armonizza ancora né la natura dell'infrazione né le sanzioni previste. Pertanto continueranno ad applicarsi le norme nazionali dello Stato membro dove è avvenuta l'infrazione per quanto riguarda sia la natura di quest'ultima che le sanzioni previste.