Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

egittoPiramidi GizaIl ministro del Turismo, l’Ambasciata e l’ente si stanno attivando con una serie di iniziative per dimostrare che il Mar Rosso è "tranquillo e sicuro per i viaggiatori" e che "non esiste alcun tipo di impedimento per trascorrere una vacanza"; in partenza in questi giorni un viaggio a Sharm con giornalisti di tutti i media, televisione e radio. Il ministro del Turismo egiziano, l’Ambasciata e l’ente del Turismo egiziano annunciano in una nota che "stanno facendo tutto il possibile, in collaborazione con i loro partner e le associazioni di categoria, affinché la Farnesina revochi lo sconsiglio diffuso il 16 agosto scorso riguardo i viaggi in Egitto".

L’ente del Turismo sta organizzando in questi giorni un viaggio a Sharm El Sheikh, con la partecipazione di giornalisti di tutti i media, televisione e radio, che prevede anche un incontro personale con il ministro del Turismo, Hisham Zaazou, allo scopo di permettere ai rappresentanti dei media di constatare con i loro occhi come "il Mar Rosso sia tranquillo e sicuro per i viaggiatori. I turisti sono i benvenuti e non esiste alcun tipo di impedimento per trascorrere una vacanza all’insegna della tranquillità e sicurezza, accolti con ospitalità e simpatia dal popolo egiziano.

Egittovacanze-sono-sicure
 Una sollecita revoca dello “sconsiglio” è di vitale importanza: le autorità egiziane e gli operatori del settore devono lavorare congiuntamente per risolvere un problema che non è solo egiziano, ma sta causando pesanti perdite economiche a tour operator e agenti di viaggi italiani".