Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

caucaso mappa-NagornoKarabakh-imagezografUn viaggio culturale tra Azerbaijan, Georgia e Armenia, alla scoperta di quella regione a cavallo tra Europa e Asia e delle sue tre bellissime capitali: Baku, Tbilisi e Yerevan. I suoi confini geografici sono la Regione del Volga a Nord, il Mar Caspio ad Est, l'Altopiano Iranico a Sud ed il  aMar Nerod Ovest. Dopo il 1989 con la dissoluzione dell'URSS nella regione sono nati tre nuovi Stati indipendenti - la Georgia, l'Armenia e l'Azerbaigian - mentre le altre 6 ex repubbliche sovietiche della cosiddetta Ciscaucasia sono rimaste in seno alla Federazione Russa, seppure con lo status di Repubbliche Autonome.

 

Il viaggio vi porta in un territorio di passaggio tra le culture europee e quelle asiatiche. Area ancora poco nota ma immersa in paesaggi naturali densi di suggestioni, siti archeologici, chiese, monasteri, castelli, torri, testimonianze di una lunga storia e di una cultura indimenticabile, crogiolo di popoli di diversa origine e religione: il Caucaso.

caucaso2
Questa terra di transito tra Oriente ed Occidente, tra Mar Caspio e Mar Nero, situata all’ombra del leggendario Monte Ararat, è un vero e proprio museo all’aperto, meritevole di essere mostrato e valorizzato.

caucaso baku medical job
Il viaggio inizia dall’Azerbaijan, perla dell’Asia centrale ancora inesplorata, che nell’antichità ha visto il passaggio delle carovane che si seguivano lungo Via della Seta. Di grande interesse culturale è la capitale Baku, affacciata sul Mar Caspio, sulla penisola di Apseron, con la sua bellissima Città Vecchia, riconosciuta Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

caucaso Yerevan
Andando verso il confine georgiano, ai piedi della grande catena caucasica, visiterete dapprima Sheki, avamposto carovaniero in Azarbaijan, circondato da un territorio ricco di acque, verde e fertile, per entrare in Georgia e, quindi, raggiungere Tiblisi, la città dai tetti rossi e dagli edifici bassi, multietnica, dove si respira un’atmosfera cosmopolita molto particolare. La capitale della Georgia è rinomata per i suoi monumenti storici e per esempi architettonici di grande valore, tra cui spiccano la Cattedrale di Sioni, risalente al V secolo, e la Fortezza di Narikhala.

caucaso4
Dopo aver visitato Mtskheta, antica capitale e centro religioso georgiano, si prosegue verso l’Armenia, paese straordinario, con una varietà inattesa di paesaggi sontuosi e originali, tutti segnati dalle meravigliose khatchkhar, croci di pietra incise come ricami sulle steli di tufo ad altezza d’uomo.

caucaso5
Costeggiando il fiume Debed, si visita il complesso monastico fortificato di Akhtala e il monastero Haghpat ad Alaverdi. Il lago Sevan rappresenta sicuramente uno dei punti più belli e panoramici dell’Armenia, situato a 1900 metri di altitudine.

caucasoTbilisi sunset-6
Non da meno la sua capitale, Yerevan, caratterizzata dal colore rosa del tufo vulcanico con cui sono costruiti la maggior parte dei suoi edifici. Numerosi i monasteri disseminati in tutto il Paese, tra cui visiterete il Monastero di Geghard e ancora la città di Echmiadzin, centro religioso armeno, uno degli insediamenti più antichi del mondo, prima di fare rientro in Italia.

caucaso sky line

Baku White City: lo skyline caucasico del futuro
Strutture residenziali, ricettive, uffici, spazi business e servizi. È il complesso masterplan commissionato da Baku Government a un team di studi internazionali per lo sviluppo della città da qui al 2030, di cui fanno parte le magnifiche Flame Towers.
La progettazione realizzata da HOK International ha seguito il concept di un edificio che potesse essere icona della trasformazione della città e dello skyline e ne promuovesse l’identità storica. I progettisti si sono così ispirati all’antica consuetudine di adorazione del fuoco in uso nel Caucaso, anche nota come “regione del fuoco eterno”. Quest’usanza ha dato vita a tre torri, con le sembianze di fiamme, di tre differenti altezze, la cui altezza massima raggiunge i 140 metri. La torre residenziale, la più alta, si trova a sud e può ospitare circa 130 appartamenti di lusso su 39 piani. Un hotel è situato all’angolo nord del sito e si compone di 250 camere e 61 appartamenti su 33 piani. La torre per uffici si trova sul lato occidentale del complesso e fornisce 33.114 mq di spazi commerciali flessibili.
Più di 10.000 LED ad alta potenza sono stati utilizzati per trasformare le tre facciate delle torri in schermi giganti su cui proiettare effetti speciali o immagini promozionali.