Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

zalipie home Zalipie è un villaggio della Polonia meridionale, patria di una tradizione artistica secolare. Oltre cento anni fa le donne che lo abitavano iniziarono a dipingere le pareti esterne e interne delle abitazioni. In breve tempo, non ci fu più nemmeno una casa che avesse pareti dal colore uniforme. Il villaggio è a dir poco sbocciato con numerosi colori e fiori variopinti grazie all'operato artistico dei suoi abitanti.

L’usanza di dipingere le stanze con i motivi floreali ha le sue origini alla fine del XIX sec. quando le donne del villaggio hanno iniziato a decorare gli interni delle case con i fiori fatti dalla carta velina, con i frastagli e con i ragni fatti di paglia. Inoltre hanno anche iniziato a dipingere i fiori sulle pareti. Prima dipingevano di bianco le pareti per coprire lo sporco che appariva durante l’uso dei forni.

zalipie 1

Le immagini che ritraggono le case di Zalipie sono letteralmente meravigliose. Nessuno saprebbe indicare il momento preciso dell'inizio della tradizione di dipingerne le pareti. E' probabile che i lavori di pittura siano iniziati quando le donne si accorsero che la fuliggine macchiava inevitabilmente i muri delle case. Con il tempo il bianco si è evoluto in semplici motivi floreali situati inizialmente nella vicinanza dei forni, sotto le finestre e sotto i quadri. Infine i dipinti hanno cominciato a coprire tutta la superficie dei forni, delle pareti e – le pareti esterne delle case e degli altri edifici.

zalipie 3

L'intonaco bianco non era sufficiente a coprire le macchie. Ecco che allora le donne decisero di iniziare a decorare le pareti scegliendo colori variopinti per dare vita a motivi floreali di straordinaria bellezza. Le loro case dovevano apparire in perfetto ordine in vista delle cerimonie religiose, ecco perché le abitanti del villaggio iniziarono a ripulire le pareti dalla fuliggine, fino a realizzare delle vere e proprie opere d'arte. Nonostante l'arrivo delle stufe moderne e il miglioramento dei sistemi di riscaldamento, la tradizione di dipingere i muri delle case proseguì e i motivi decorativi divennero sempre più elaborati.

zalipe 00

L’artista piu` conosciuta a Zalipie e` Felicja Curylowa – e` stata lei a cominciare tutta la storia del paese fiorito. Felicja Curyłowa (1904 – 1974) fu una delle donne che dimostrarono maggiore impegno nella rinascita di Zalipie. La sua abitazione ora è stata trasformata in un vero e proprio museo, in modo da conservare per sempre un ricordo della sua intramontabile arte. Adesso a casa sua si trova un museo dove si possono vedere le pitture sia sulle pareti che sugli oggetti di uso quotidiano.

Zalipie-1024x682

L'abitudine di decorare le pareti divenne presto contagiosa e coinvolse gran parte delle famiglie del villaggio. Tra gli abitanti vennero indette delle vere e proprie gare artistiche. Le protagoniste erano le donne, che si occupavano di elaborare nuove decorazioni e di ritoccare i motivi floreali dipinti negli anni precedenti. Sembra proprio che a Zalipie tutto possa fiorire: dalle case, alle cucce per i cani, fino ai ponticelli e alle cancellate. La prima gara di pittura e decorazione ebbe inizio nel 1948 e fu indetta per aiutare la popolazione a superare le conseguenze drammatiche della Seconda Guerra Mondiale, che costrinse la Polonia a dire addio al 17% dei propri abitanti.

Zalipie può essere raggiunto in autobus dalla città di Tarnów, percorrendo un tragitto di 1 ora e mezza, o grazie ad altre corse dai villaggi vicini. Gli autobus giornalieri - secondo la guida Lonely Planet dedicata alla Polonia - sarebbero però poco numerosi, dunque viene consigliato di utilizzare un mezzo di trasporto indipendente, con la possibilità di noleggiare un'auto.

zalipie 6