Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

cordoba home - Copia - CopiaOgni anno, nel mese di maggio, la città andalusa di Cordova celebra il famoso Festival dei Cortili, una tradizione iscritta dal 2012 nell'elenco del Patrimonio Immateriale dell'Umanità dall'UNESCO, che per qualche giorno apre al pubblico i cortili del centro storico. L’evento andaluso è tradizione antica nata in epoca romana, proseguita sotto la dominazione araba, e arrivata sino ai giorni nostri.

 Il Festival è un concorso che premia la bellezza dei popolari cortili cittadini, che colmano le strade di colori, aromi di gelsomino e zagara e ritmi flamenchi. I Cortili di Cordova rappresentano una tradizione viva che trae origine dall'epoca romana, proseguendo durante la dominazione araba, per giungere fino ai nostri giorni. Le case popolari della città spiccano per i cortili dalle pareti bianche da dove pendono vasi con fiori colorati come gerani, gelsomini, garofani e zagare. Nei giorni del Festival la maggior parte dei cortili del centro storico si aprono al pubblico accogliendo spesso spettacoli di flamenco e dando la possibilità di degustare le saporite tapas di Cordova abbinate al vino Montilla-Moriles. Il festival premia i cortili più belli, ma offre anche l'opportunità di visitare i cortili tutti i fine settimana da aprile a giugno.
Come un sipario, aprono la loro bellezza nascosta agli occhi curiosi della gente. E nelle corti del centro storico di Cordova, entrano ammirazione e stupore.
Durante il Festival dei cortili, le case popolari nel cuore di Cordova, appendono fuori dalle loro pareti bianche vasi con fiori coloratissimi: il profumo intenso delle zagare, dei garofani e dei gelsomini inebria l’aria.

cordova 2

 La sera e durante i fine settimana, le vecchie corti ospitano spettacoli di flamenco. E mentre le vesti delle ballerine ruotano meraviglia, c’è la possibilità di degustare le tapas insieme al vino Montilla-Moriles.
Tra balli, canti e sapori intensi, le notti del Festival dei cortili della città andalusa sembrano non finire mai: così come la bellezza rivelata alla gente ignara, che non crede ai propri occhi increduli.
Impressionate, le persone aumentano ogni giorno: attraversano piano le strade e passano da un chiostro all’altro. I più famosi si trovano nei quartieri popolari del centro storico di Cordova.

Tutte, ogni anno, si contendono la vittoria al Festival dei cortili di Cordova. L’evento storico, infatti, è anche un concorso che premia la bellezza originale delle corti della città andalusa – tutte agghindate di meraviglia e stupore.

cordova 1 - Copia - Copia
Dove vederli
I quartieri più popolari dove visitare alcuni dei cortili di Cordova sono quello dell'Alcázar Viejo, tra l'Alcázar e la parrocchia di San Basilio, quello di Santa Marina, quello della Magdalena e i dintorni di San Lorenzo. Ne troverete poi alcuni di grande bellezza e tradizione nel quartiere ebraico, nella zona della Moschea-Cattedrale.

cordova 4jpg

Maggio, un mese di feste a Cordova
Oltre al Festival dei Cortili, Cordova celebra altre feste a maggio, facendone il mese perfetto per visitare la città. Prima del concorso dei cortili si svolge la popolare festa delle Croci di Maggio (che veste le strade della città di croci fatte di fiori), quindi il Concorso di Balconi e Grate, che si celebra insieme al Festival dei Cortili e ricolma la maggior parte delle strade di decorazioni floreali, e, infine, il mese si conclude con la celebrazione della Fiera di Cordova, che riempie l'area fieristica e i dintorni di calessi tirati da cavalli, abiti flamenchi tipici, musica di Sevillanas e vino.