Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

peru7Perù vanta una tradizione tessile antichissima e una produzione di tessuti pregiati come la lana di Alpaca, originaria degli altipiani andini e apprezzata per le sue proprietà termiche, la sua leggerezza e tocco setoso.
Riservata un tempo alla famiglia imperiale degli Inca, oggi è sinonimo di lusso ed eleganza. Gli alpaca sono forse gli animali più buffi del Perù, e anche quelli che si possono incontrare più comunemente, sia perché, opportunamente agghindati, sono lasciati alla mercé del turista che li può fotografare nei vari mercatini che si incontrano lungo le Ande e la Valle Sacra, sia perché sono allevati per la loro lana pregiata.


Parlare di alpaca significa, anche, tentare di raccontare in breve la storia di un animale che risale a circa 5000 anni fa, discendente della famiglia dei camelidi e “cugino” del lama, abituato a vivere ad una altitudine compresa fra i 3500 e i 5000 metri sugli altipiani andini del Perù meridionale. 

 

peru5
Gli alpaca erano già apprezzati dagli Inca, che li definivano, appunto, “l’oro delle Ande”. Troppo piccoli come animali da lavoro o per essere cavalcati, venivano allevati principalmente per la loro lana – straordinariamente calda e soffice – ma anche per i sacrifici e per la carne. La loro lana era considerata la “fibra degli dei” e sono stati ritrovati moltissimi tessuti risalenti a tale epoca ma solo l’Imperatore, la sua famiglia e i membri più importanti della corte potevano indossare capi realizzati con questa pregiata fibra.

peru4
Ancora oggi, la lana di alpaca è sinonimo di lusso ed eleganza, è molto pregiata e costituisce il prodotto artigianale più conosciuto del Perù (non a caso la lavorazione artigianale dei tessuti è tutelata, in Perù, dall’UNESCO come bene immateriale di interesse universale) e il pueblo di Chinchero, nel Valle Sagrado, è il centro più importante per la produzione artigianale di tessuti.

peru2

Alpaca, fibra degli dei
La lana di Alpaca è rinomata per essere estremamente morbida, setosa e resistente. È elastica e non infiammabile e ha proprietà termiche uniche che permettono di trattenere in calore a basse temperature. Nelle sue caratteristiche, troviamo una vasta gamma di colori naturali che vanno dal bianco puro al fulvo alla gamma del marrone, al grigio al nero e gli sfumati; in totale sono 24 i colori finora riconosciuti dalle industrie tessili. Ogni alpaca femmina produce circa 2.5 Kg, mentre i maschi possono arrivare a circa 4 Kg di lana all’anno. La lana del “Cria”, il piccolo di alpaca, è quella più pregiata per la brillantezza e per la leggerezza, la lana non contiene lanolina, non infeltrisce e non dà allergie.

peru1

Alpaca Fiesta 2014
Dal 10 al 15 novembre 2014 scorsi si è tenuta ad Arequipa, la prima edizione di Alpaca Fiesta, manifestazione che si inserisce nel progetto di sviluppo del settore anche attraverso partnership e collaborazioni con imprese straniere – indirizzate al segmento del prodotto di lusso e di stile. Alla manifestazione hanno partecipato circa 150 imprese locali, numerosi impresari e compratori esteri. Notevole lo spazio dato anche a convegni sulla genetica e sulla cura degli allevamenti.