Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie

valsoanaSi svolgerà sabato 6, domenica 7 e sabato 13 luglio la V edizione di “Una valle fantastica”, evento dedicato a sviluppo sostenibile, promozione della cultura, delle tradizioni locali e della biodiversità in Val Soana.
Sviluppo sostenibile, tutela della biodiversità e promozione della cultura e delle tradizioni locali: al Parco Nazionale Gran Paradiso torna Una Valle Fantastica, manifestazione ideata dal Parco Nazionale Gran Paradiso in collaborazione con i Comuni di Ronco, Valprato e Ingria, le Pro loco, le associazioni locali e con il contributo della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Torino

La Valle Soana custodisce uno straordinario patrimonio di biodiversità, che significa anche una grande ricchezza di prodotti, antichi mestieri e tradizioni.
La valle Soana, incuneata tra la val Chiusella e la valle Orco, è una valle selvaggia, un territorio dove natura incontaminata, animali protetti e folklore vengono salvaguardati con cura e passione dai suoi abitanti e dal PNGP. I boschi ombrosi e i piccoli borghi diroccati custodiscono la memoria di riti atavici, di vite semplici fatte di fatica, di ritmi lenti, di leggende di streghe e masche: ed è proprio con un omaggio alla sapienza di queste donne e con le affascinanti storie che riguardano le masche che si aprirà Una valle fantastica, manifestazione che fa parte della rassegna A piedi tra le Nuvole. Le masche (o streghe, in dialetto piemontese) conoscevano a menadito erbe e pozioni magiche, erano donne apparentemente normali, ma dotate, secondo la credenza popolare, di facoltà sovrannaturali tramandate da madre in figlia: proprio a causa di questi “poteri” furono perseguitate, processate e messe a morte dall’Inquisizione nei secoli scorsi.
Una valle fantastica prosegue con storie legate all’animale più misterioso e schivo dell’arco alpino, il lupo, continua con un’interessante escursione in compagnia di un idrobiologo del Parco, che vi farà conoscere tutti i segreti dell’acqua, per finire scoprire tutto sui ghiacciai.